Super shake post

Da tempo il calderone di Le tourbillon de La Vie bolle e ribolle di tantissime notizie e, continuandosi a riempire ogni giorno di ingredienti trovati qua e là, sta per diventare strabordante. Sarà meglio servirvi questo piatto caldo prima che si freddi! 😉

Iniziamo con una bella classifica delle 25 città più colorate del mondo che potete vedere cliccando qui!  Queste sono solo alcune tra le mie preferite: Burano, Menton e Napoli.

enhance026enhance036enhance037

Sapevate invece che Londra ha rinnovato la segnaletica e ha messo in vendita tutti i vecchi cartelli stradali? I prezzi partono dalle 20 sterline fino ad arrivare a 1000 sterline. Immagino che quelli delle strade più importanti siano andati a ruba!

Historic London Street Signs Up For Auction Historic London Street Signs Up For Auction

E che ve ne pare di questa bella street-art incoraggiante? Bisognerebbe incrociare una scritta così ogni mattina!

1 3 9

Ovviamente prima di uscire di casa al mattino non vi farete mancare la vostra tazzina di caffè con la giusta dose di zucchero, vero?

sugar_skull_2-640x426 tumblr_lyrur55cuF1roeigso3_500E a proposito di colazione, avete mai sentito parlare di social eating? Beh è proprio quello che fa Lidia del blog Non solo food con la sua “colazione della domenica” aprendo le porte della sua casa, e preparando la colazione per 8 persone.  Una colazione rilassante, proprio come la domenica, che inizia alle 11.30 tra un piatto della tradizione italiana e uno di quella americana, piatti colorati, fiori freschi e tanta convivialità! Se siete di Milano, o capitate da quelle parti per il weekend, tenetevi aggiornati sulle prossime colazioni per poter prenotare il vostro posticino al tavolo di Lidia! La colazione della domenica_S'Notes 112

Restando in tema di cibo mi viene in mente questo tagliere super simpatico che è la riproduzione in legno di un mac book da 13 pollici, ma attenzione, in questo caso anche la mela è stata tagliata! macbook-cutting-boardMacBookTagliereAvete visto invece il nuovo ricettario IKEA con le bellissime foto di Carl Kleiner?

Guess-the-recipe-Carl-Kle-006E che ne dite di questa simpatica idea DIY da realizzate con vecchie tazzine della nonna e piatti trovati nei mercatini?

_MG_5259

Se iniziamo a parlare di lampade si apre un universo! Ho scoperto proprio di recente “FATTELO!” il progetto di un gruppo di giovani ragazzi che credono in una idea nuova e totalmente innovativa. Si basa sul concetto di  design partecipativo: una lampada da realizzare a casa con il cartone di una pizza, basterà downloadare il progetto con le istruzioni dal sito e pagarlo con un semplice share! Oppure se siete troppo pigri per realizzarlo con le vostre manine, potrete acquistarlo direttamente da loro!L-03-600x366

Una cosa tira l’altra e se parliamo di lampade e di oggetti di design, mi viene in mente Rune Guneriussen e i suoi paesaggi con cose. Scenari incontaminati popolati solo da lampade, sedie, mappamondi e tavoli.11Restiamo sempre in tema di lampade con una coppia tutta made in France. “Lui lavora la carta, lei la rende poetica”. Sto parlando dei sognanti oggetti che prendono vita attraverso la luce dell’atelier artigianale Papier a Êtres1eed9b9ef829c791403b1efe7d974192561d9etumblr_menn1ivLi51qzd0p8o2_1280

Bellissime anche le sculture di carta di Shannon Rankin fatte con mappe e cartine che puntano tutto su dei lievi e sottili giochi di ombre.

1400x720-YJxaJBKmd_2L5bky 6a00d8341ca70953ef0120a5105893970b 6a00d83451c46169e20120a4c803c9970b-500wi 6a00d83451c46169e20120a51f4521970c-500wi patternprintsjournal00rankin

Bellissimo anche questo scultoreo oggetto di design  ideato da Studio Lievito e prodotto dagli artigiani di Carrara. Di cosa si tratta? Ma di un dosa spaghetti in marmo!!TYPE-Studio-Lievito-1-600x397

Sempre toscano è il primo monumento italiano della serie Lego Architecture: la nostra amatissima Torre di Pisa!Lego Architecture Torre di Pisa-3

A proposito, ecco dove vanno a finire i Lego che spariscono!

Conoscete invece gli oggetti Archivia? Io li ho scoperti da poco e me ne sono totalmente innamorata! Una intera linea di oggetti basic che vanno dal taccuini alle borse dedicata  totalmente all’architettura. Come se non bastasse, ogni oggetto diventa davvero speciale perchè numerato a mano. Assolutamente da provare!

archivia blog1 Il_soldino_pac_3 Il_torcione_bruciatoLa_sportina_Portaluppi_01P

Ricordando invece il Supplemento al dizionario di Italiano di Bruno Munari, su cui feci già un post tempo fa, vi lascio con questo simpatico video. Why Italians talk with their hands?

ps. pare io sia ancora viva!

Our Tuscany trip – Pisa

DSC06206 Prima di condividere con voi qualche foto di Parigi, anche se è già passato quasi un mese (perdonatemi se sono un po’ latitante in questo ultimo periodo!), vi mostro le foto della nostra ultima e super veloce tappa toscana nella città di Pisa, che è durata solo mezza giornata!DSC06211Arrivati prestissimo da Firenze, siamo andati dritti a Campo dei Miracoli e ci siamo confusi magistralmente tra ragazzini in gita e orde di cinesini super impegnati a posare nelle posizioni più assurde per sorreggere immaginariamente la tanto famosa torre.
DSC06218 Toscana - 148Toscana - 152DSC06222 DSC06232 E’ stata sorprendente la visita al battistero: grande, arioso e forte con la sua costruzione massiccia, spoglio se paragonato al battistero fiorentino, ma, a mio parere, di grandissimo impatto! Se si aggiunge poi che ha una propagazione del suono che è ottimale per i cori gregoriani, immaginate voi cosa doveva essere un tempo! DSC06242 DSC06244 DSC06252 Entrando nel duomo invece, siamo stati travolti da quella che sembrava una processione, (anzi, a guardar meglio, una parata con abiti storici) e da un fiume di gente che entrava nel duomo… Ci siamo fatti coinvolgere e siamo entrati anche noi, più che altro per non perderci gli interni, e finalmente abbiamo capito! DSC06264 DSC06266

Era il giorno dell’annunciazione, il giorno che, per tanti secoli è stato l’inizio dell’anno pisano, e che, ancora oggi, gli abitanti della città tengono a festeggiare! Un capodanno che non scocca a mezzanotte, ma a mezzogiorno, giusto quando un raggio di sole entra da una finestra e tocca una piccola mensola quasi nascosta da una colonna. Applausi e auguri, è iniziato il 2013 pisano! DSC06302Non c’è stato tempo di visitare la torre, l’aereo non ci avrebbe aspettato… e lasciate che sia sincera, avevo un po’ di paura che potesse crollare proprio quando c’eravamo noi dentro!

Al prossimo viaggio! 😉

Continua a leggere

Pisa e il Campo dei Miracoli

Una rapida visita a Pisa. Il suggestivo Campo dei Miracoli con la famosa Torre pendente, la Cattedrale di Santa Maria Maggiore, il Battistero e il Camposanto.

Dopo la bellissima Cattedrale abbiamo visitato il Battistero, dove ogni mezzora viene fatta una dimostrazione sonora della particolare acustica al suo interno, dovuta alla forma conica della cupola.

Ma non potevamo andar via senza salire sulla torre! Armati di tanta forza di volontà, io e mia sorella, abbiamo deciso di intraprendere la scalata dei numerosi gradini! E’ una cosa da fare almeno una volta nella vita, no? Si sale a gruppi e in orari determinati, quasi ogni mezzora. Sin dall’ingresso si viene disorientati dal pavimento molto pendente e, salendo le scale, l’inclinazione si fa sentire sempre di più, quasi a farti perdere la concezione della perpendicolarità alla superficie terrestre. Camminando esternamente attorno ai vari piani si può avere paura di essere spinti giù dalle mura stesse, ma in cima il paesaggio è mozzafiato e la visione del Campo dei Miracoli è molto interessante e suggestiva. Ne è valsa la pena!

A presto! Kekko