Otokop camera


Eccomi qui di ritorno dalla Biennale di Venezia con un nuovo post su una delle macchine fotografiche di mio padre che più mi fa sognare. Questa volta purtroppo non so dirvi molto. So solo che si tratta di una macchina fotografica russa a soffietto risalente alla fine degli anni ’20 circa. Sul suo manico campeggia la scritta Otokop che, a quanto ho capito, è il modello, e su uno dei lati c’è un simbolo con una scritta russa che non so in che modo si legga…voi sapete aiutarmi?

Indosso: vestito Terranova / ballerine H&M / collana Accessorize                                      Foto scattate con la nuova Canon  EOS 550D da Francesca

Continua a leggere