Casa Callas

Sabato sera quando sono tornata a casa non riuscivo a smettere di pensare quanto mi avesse colpito Casa Callas…

No, niente a che fare con la più famosa Maria.

Ma in realtà, ho pensato poi, qualcosa in comune c’è: la passione per l’arte!

DSC05673Non sto parlando di una casa. E neanche di una vera e propria galleria. Un semplice laboratorio? Neanche!

Lasciate che vi racconti un po’ di cose…

DSC05674Quando arrivo Salvatore e la dolce Roberta, sua moglie nonchè musa, ci accolgono calorosamente.

L’ambiente non è grandissimo, ma ad un primo veloce colpo d’occhio mi sembra molto accogliente ed elegante.

Un bicchiere di sangria al profumo di cannella.

Inizio a guardarmi meglio intorno e cerco di captare ogni singolo particolare…ed ops!!! Scopro che quello che avevo pensato essere uno specchio dalla cornice in stile retrò è in realtà un forno  al cui interno una fata, opera di Mark Jenkins, ci osserva silenziosamente!

DSC05714 2Tutto il candido ambiente ruota attorno ad una seduta rossa ed il grande focolare lo riscalda infondendogli quel calore  tipico di una casa.

DSC05677

DSC05678Sulla sinistra una parete tappezzata con fogli di quotidiani fa spazio a mensole piene di libri e riviste. Poco più in là una grande vetrina totalmente ridipinta di bianco, ospita al suo interno, dipinto di nero, tutte le creazioni di Salvatore. Splendidi gioielli realizzati in materiali ferrosi, plastici e di riuso “perchè alla base della creazione c’è la convinzione che la bellezza e il valore di un oggetto non dipendano dal materiale ma da una serie di valori sociali, ecologici ed economici”.

DSC05691DSC05686 DSC05684Anche un semplice tubo può diventare il punto a cui agganciare delle catene per esporre quadri…

In fondo invece, tra una bella dall’abito di quotidiani (che nasconde tra le pieghe della gonna qualche opera di Modigliani) e una moderna cariatide che mostra orgogliosa il suo colletto-collana in plexiglas, c’è un’altra opera, uno spunto o, forse, una provocazione?

DSC05681

DSC05690 DSC05689Chair Artist vs Chair Architect si guardano da un lato all’atro del tavolino. Chiacchierano? Si confrontano? Si guardano con senso di sfida? O progettano insieme?
DSC05698 DSC05700 DSC05707In questo luogo anche la cosa più semplice diventa altro, assumendo una nuova funzione… persino nel bagno nulla è lasciato al caso, lo specchio diventa il pretesto per sperimentare, ed ecco qui una cornice scenografica in cui convivono Botticelli, Barbie, lattine e mini manichini con miniature delle sue collane!

DSC05683

DSC05711DSC05715Dicevo allora non una semplice casa, non un semplice laboratorio, non una semplice galleria, ma un luogo di idee e di confronto, dove creare con gli attrezzi di un laboratorio, parlare, incontrarsi, bere un caffè davanti al camino con il calore di una casa, in un’atmosfera in cui l’arte diventi familiare e accessibile e dove poter ospitare mostre ed eventi come in una splendida galleria.

DSC05713

Un nuovo concetto. Un nuovo entusiasmante esperimento per il quale vogliamo augurare a Casa Callas e al padrone di Casa Callas davvero tanta fortuna.

DSC05723Alla fine Salvatore ci saluta con un cadeaux, una banana con il logo delle sue creazioni…o semplicemente un omaggio alla più famosa banana??

 

ps. tenetevi pronti per un nuovo appuntamento con Casa Callas! ;P

Intanto potete dare un’occhiata alle creazioni SLB sulla sua pagina Facebook, Twitter, o sul suo blog!

Saturday night, when I came back home I couldn’t stop thinking about how Casa Callas intrigued me… No, it hasn’t nothing linked to the most famous Maria. But I just thought after that maybe there is something that links them: the art!

I’m not talking about a house neither about a gallery nor a laboratory. Let me talk about it… When I arrived Salvatore and Roberta, his wife and muse, warmly welcomed me. The room was not so large, but at firts fast glance it seemed to be very cozy and elegant. A glass of sangria with cinnamon scent. I started looking around to capture every single particular…and ops!! I discovered that the one i thought being a mirror is a furnace with a mirror frame and in it there is a fairy, work by Mark Jenkins, looking at us silently.

All the white room revolved around a red pouf and the big fireplace gave the typical heat of a house.

On the left a wall full of newspaper pages with books and magazines. Next to it a white painted cabinet exhibits all the Salvatore’s creations. Wonderful jewels made with ferrous and plastic materials such as plexiglass industrial waste because “behind the creation he is convinced that the beauty and the quality of an object don’t depend on the material, but by a series of social, ecological and economic values”.

A simple tube can become a support for frames… on another wall between a beautiful manikin with a newspaper pages dress (hiding between the folds some Modigliani work) and a modern caryatid proudly showing her plexiglas collar-necklace, there is another work. A point of reflection or a provocation?

Chair Artist vs Chair Architect looking one to the other from the opposite sides of the table. Are they chatting? Challenging? Or projecting together?

In this place the most simple thing can become another thing, taking new functions… even in the bath nothing is left to chance: the mirror becomes reason of experimentation, so the frame is a sort of set in which Botticelli, Barbie, cans and little manikins with little necklaces live together!

So not a simple house, not a simple laboratory, not a simple galley, but a place of ideas and discussion, where to create with the tools of the laboratory, where to talk, meet and have a coffee in front of the fireplace with the heat of a house, into an atmosphere in which art is familiar and accessible and where to host exhibition and events as in a beautiful gallery.

A new concept. A new thrilling experiment and for it we want to wish a good luck to Casa Callas and to its owner.

At the end Salvatore greeted us with a present, a banana with his creations logo…or maybe a tribute to the most famous banana?

 

ps. Soon a new appointment with Casa Callas, so stay tuned!! ;P

In the meantime you can find the SLB creations on the FB page, Twitter or on this blog!

10 pensieri su “Casa Callas

    • beh, sono contenta di essere riuscita a trasmettere con questo post ciò che ha suscitato in me Casa Callas! E sono contenta che arrivi anche a voi, anche solo attraverso le foto e le parole, quell’atmosfera e quell’aria che si respirano in un posto pieno di passione ed arte!

    • Grazie mille Federica! Anche tu ci sei stata quindi sai bene quale sia l’atmosfera e l’entusiasmo di questa nuova avventura di Salvatore, quindi complimenti a lui!;)

    • Certo, considerando anche che sarà un luogo camaleontico, sempre pronto ad ospitare nuove mostre e nuovi eventi, nuovi talenti, nuovi oggetti e nuovi gioielli, non ci sarà mai da annoiarsi!;)

What do you think about this post?