I giganti di Agostino Iacurci

PIETRO NON TORNA INDIETRO, Via Lavizzari 5, Lugano (CH)

IL CIVITAVECCHIO, Mural made for Progetto Waves in Civitavecchia, Rome.

IL CIVITAVECCHIO, Mural made for Progetto Waves in Civitavecchia, Rome.

ARENATO, Memorie Urbane Festival, Via Marina ( Lungomare di Serapo), Gaeta, Italy

ARENATO, Memorie Urbane Festival, Via Marina ( Lungomare di Serapo), Gaeta, Italy.

 

AUTOSTALK

AUTOSTALK, Zagreb, 2012. Made for MUU, Zagreb Urban Art Museum.

FUTURE SIMPLE, Las Armas district, Zaragozza, Spain

FUTURE SIMPLE, Las Armas district, Zaragozza, Spain

Buchineri -

BUCHINERI

BEARDWATCHING, Univerisity Campus, Besançon (France).

BEARDWATCHING, Univerisity Campus, Besançon (France).

Sono impressionanti, maestosi, bizzarri e tutti accomunati dallo stesso stile fiabesco, che invoca e trasmette serenità e allegria al piccolo osservatore esterno. Sono i murales di Agostino Iacurci, italiano originario di Foggia, Puglia ( è della nostra stessa regione, che orgoglio 😀 ). Dal 2008 Agostino impreziosisce le città europee con questi lavori sublimi, dando colore, vita e fantasia a quelle che altrimenti sarebbero delle comuni, tristi pareti di anonimi quartieri.

 

Continua a leggere

A sunny sunday

DSC06872DSC06837 DSC06847DSC06850 DSC06906DSC06848 DSC06874 DSC06867DSC06883 DSC06892 DSC06895DSC06868Anna + Kekko

In sella ad una bici o scivolando sull’asfalto

è stato bello godere della prima domenica di caldo estivo!

Schermata 2013-06-17 a 02.14.52Da oggi abbiamo anche un profilo su Stylight perciò abbiamo provato a creare un board con qualche scatto fatto oggi ed in più canzoni, video e qualche link di articoli simili ad i nostri! Fateci sapere che ne pensate!

Buona settimana! :) Continua a leggere

Polaroid land camera

IMG_0755

Una delle iconiche Polaroid. Direttamente dagli anni settanta tra le mie mani per scattare queste foto! La serie di post con vecchie macchine fotografiche continua grazie a Rossana, che ha trovato questo gioiellino ed ha pensato di prestarlo proprio a noi di Le Tourbillon perchè era sicura di farci cosa gradita. Perciò, prima di tutto, un grazie speciale va proprio a lei! :)IMG_0766

La Polaroid Land Camera 1000 è la versione per i mercati esteri del modello originale Onestep ed ha una lente di plastica a fuoco fisso. La caratteristica che distingueva il modello 1000 dalla Onestep era proprio il colore del pulsante: rosso per le prima e verde per le seconde. Le pellicole, di tipo SX-70, incorporavano al loro interno le batterie di alimentazione della macchina e, sebbene anche queste non siano più prodotte da Polaroid, potete sempre trovarle sul sito di Imposible-project (vi ricordate di quando ve ne parlai in questo post?). Una delle camere istantanee più semplici mai realizzate, ma considerata da molti una delle più artistiche!

IMG_0770 IMG_0775 IMG_0757IMG_0780IMG_0785
IMG_0790 IMG_0810IMG_0763IMG_0803IMG_0812 IMG_0815image

Foto thanks to Francesca Battafarano

I was wearing: Top made by an old dress H&M / jeans Pepe Jeans / Shoes Converse All Star / Cardigan Marella / vintage sunglasses

Ps. Se vi siete persi la serie di post precedeti sulle vecchie macchine fotografiche, abbiamo inserito sulla colonna di destra la nuova categoria “old cameras”!

Continua a leggere

The real life models

144537528-83c3c512-c068-4e63-a4aa-89fa59076351

144538649-d35cf291-4d4b-457b-839f-018b3331a580 144538748-933ca18d-40aa-4b38-a02c-ed536584237e 144539088-79a2f108-cd2c-4513-bd2b-d5d2d9eaf767 144541246-9da4ad0e-2b42-499a-91fb-f4291da48ff8

Flora Borsi è una diciannovenne ungherese che ha provato ad immaginare come sarebbero stati nella realtà i protagonisti di alcune delle opere d’arte più famose! Vestendo i panni di questi modelli, divertendosi e usando abilmente software di fotoritocco, Flora dà vita alla sua arte, mai banale e sempre attenta a comunicare emozioni e sogni senza dimenticare mai quel tocco di umorismo che la rende speciale!

Continua a leggere

Waiting for the summer

tumblr_mlii0lvmL11qhahoyo1_500

“Non vi capita mai di aspettare il giorno più lungo dell’anno per poi non accorgervene? Io aspetto sempre il giorno più lungo e poi quando arriva non me ne accorgo!”

                                                                                                               The Great Gatsby

 

Sembrava che Daisy mi avesse rubato le parola i bocca mentre leggevo quella pagina…

e aspetto sempre anche la notte più lunga dell’anno per poi non accorgermene!

Un libro divorato con velocità

e poi il film,

divorato con gli occhi,

è riuscito ad enfatizzare piacevolmente

le parole scritte da Fitzgerald!

… ora attendo l’estate con la speranza di leggere una pila di libri sotto l’ombrellone, nel caldo pomeridiano, tra una siesta e un gelato!

Continua a leggere